Firenze - Biblioteca del Museo Archeologico Nazionale di Firenze e Biblioteca dell’Istituto di Preistoria e Protostoria. Apertura straordinaria per la "Domenica di carta 2018”

14/10/2018

Firenze - Biblioteca del Museo Archeologico Nazionale di Firenze e Biblioteca dell'Istituto di Preistoria e Protostoria

A. F. Gori, Museum Etruscum, Firenze 1737

Domenica 14 ottobre 2018, la Biblioteca del Museo Archeologico Nazionale di Firenze e la Biblioteca dell’Istituto di Preistoria e Protostoria saranno aperte straordinariamente al pubblico dalle 9.00 alle 13.00, in occasione della "Domenica di carta 2018” promossa dal Ministero per i beni e le attività culturali per valorizzare non solo i musei e le aree archeologiche, ma anche i monumenti di carta, patrimonio altrettanto imponente e ricco, conservato e valorizzato in splendidi luoghi della cultura.

Alle 9.00, 10.00, 11.00 e 12.00, Donatella Venturi, curatrice della Biblioteca del Museo Archeologico Nazionale,  accompagnerà personalmente il pubblico a visitare il patrimonio librario e illustrerà alcune delle opere più significative.  Per l’occasione saranno eccezionalmente esposti alcuni volumi rari, del 1700 e 1800, provenienti dalle biblioteche dei Medici e dei Lorena, corredati da splendide illustrazioni come il Museum Etruscum di Anton Francesco Gori - 1737, Delle Antiche Terme di Firenze di Domenico M. Manni - 1751, tre opere di Jean François Champollion, il decifratore dei geroglifici, dell’inizio del 1800. Saranno visibili anche l'edizione del 1813 della collezione di vasi greci acquistati a Napoli del Conte di Lamberg e altre opere ottocentesche sui popoli italici.
Le visite guidate sono comprese nel biglietto di ingresso al museo.

Il Museo Archeologico conserva un'importante e preziosa biblioteca specialistica ricca di oltre 40.000 volumi (60.000 con la contigua Biblioteca dell'Istituto di Studi Etruschi ed Italici). La sua creazione fu prevista al momento dell’istituzione del museo nel 1871, ma solo nel 1915 avvenne il passaggio ufficiale delle collezioni librarie dei Medici e dei Lorena. Da quel momento la biblioteca ha continuato a incrementare il proprio patrimonio con acquisizioni, scambi e numerose donazioni, in particolare dei direttori del museo e dei lettori che la frequentano, divenendo un punto di riferimento obbligato per gli studiosi di archeologia e topografia dell’Etruria.

Sempre domenica mattina, dalle 9.00 alle 13.00, sarà inoltre possibile visitare l'archivio e la Biblioteca dell'Istituto Italiano di Preistoria e Protostoria, ospitato dal 2015 negli spazi del Museo Archeologico.

Per la "Domenica di carta" verranno esposti alcuni tra i più antichi e importanti volumi sull'arte e l'archeologia preistorica e una parte dell'archivio fotografico e documentario dell'IIPP, frutto degli anni di ricerca scientifica e dell'attività sul campo del suo fondatore, Paolo Graziosi. Inoltre saranno riprodotti alcuni filmati d'archivio delle missioni e degli scavi che Paolo Graziosi svolse in Italia, in Libia, in Somalia e sull'Himalaya, tra gli anni '30 e gli anni '70.
Un percorso reale e virtuale, dalla carta all'innovazione digitale.

La Biblioteca dell’Istituto Italiano di Preistoria e Protostoria è specializzata in archeologia e arte della preistoria e della protostoria, si compone di circa 30.000 volumi tra monografie e periodici, oltre ad alcune migliaia di estratti. La biblioteca è l’espressione dell’attività scientifica svolta dall’Istituto dall’anno della sua fondazione, nel 1954, ad oggi.

Biblioteca del Museo Archeologico Nazionale di Firenze
Via della Pergola, 65 - 50121, Firenze
tel. 055-2357703, fax 055-242213