Lucca - Museo Nazionale di Villa Guinigi. "La Cappella Guinigi e la tomba di Ilaria del Carretto"

14/11/2017

Lucca - Museo Nazionale di Villa Guinigi

La Cappella Guinigi e la tomba di Ilaria del Carretto

Il Museo nazionale di Villa Guinigi nel 2018 celebra i 50 anni dalla sua apertura e inaugura per l’occasione, martedì 14 novembre alle 16.30, un ciclo di incontri a cadenza mensile a ingresso libero dedicati alla storia, all’arte e alla cultura racchiuse nella Villa che fu dimora di Paolo Guinigi, ed oggi rappresenta il museo della città e del territorio di Lucca.

La prima conferenza "La Cappella Guinigi e la tomba di Ilaria del Carretto" a cura del professore Gino Fornaciari, della Divisione di Paleopatologia dell’Università di Pisa, è dedicata ai nuovi risultati dello studio antropologico e paleopatologico, basato sulle moderne tecnologie biomediche, delle sepolture ritrovate nella cappella privata e funeraria della famiglia Guinigi, che hanno contribuito a ricostruire lo stile di vita e le malattie di questa importante famiglia lucchese.

Le ricerche confermano che potrebbero essere i resti di Ilaria del Carretto, seconda moglie di Paolo Guinigi e protagonista del celebre sarcofago capolavoro di Jacopo della Quercia, quelli ritrovati in una delle tre sepolture femminili scoperte nell’ambito degli scavi archeologici nella Cappella di S. Lucia - annessa al complesso di S. Francesco e utilizzata come cappella privata e funeraria dalla famiglia Guinigi.
Le altre due conserverebbero i resti della prima moglie, l’adolescente Maria Caterina degli Antelminelli, morta attorno ai 12 anni di età, forse di peste come attestano alcuni documenti, e della terza, Jacopa Trinci dei signori di Foligno, che sposò Paolo Guinigi nel 1420 e morì nel 1422, dopo la seconda gravidanza.

Museo Nazionale di Villa Guinigi
Via della Quarquonia, 55100 Lucca
Tel. 0583 496033
www.luccamuseinazionali.it   facebook_120x120px   Twitter_logo_blue

Documenti da scaricare