Polo museale della Toscana. Festa dei Musei e Notte europea dei Musei: sabato 20 e domenica 21 maggio 2017 #FestadeiMusei2017

20/05/2017

Toscana - Polo museale

Festa musei 2017 Locandina


Festa dei Musei: sabato 20 e domenica 21 maggio 2017
Gli appuntamenti nei musei statali e luoghi della cultura del Polo museale della Toscana
e le aperture straordinarie della Notte europea dei musei con biglietto simbolico di 1 euro
#FestadeiMusei2017   #FDM2017   #FestadeiMusei   #museincontesXt   #Culturaèpartecipazione


 

Dopo il successo dell’edizione 2016 dedicata a “Musei e Paesaggi culturali” il 20 e 21 maggio il MiBACT torna a celebrare la Festa dei Musei
Durante la Festa, nella serata di sabato 20, si svolge la tredicesima edizione della Notte europea dei Musei con tre ore di apertura serale straordinaria, con biglietto simbolico di 1 euro, dove è già previsto l'ingresso a pagamento.
In continuità con il tema proposto da ICOM per la “Giornata internazionale dei Musei” del 18 maggio, la Direzione generale Musei ha deciso di incentrare questa seconda edizione sul tema “Musei in Contes[x]t: raccontare l’indicibile nei musei”.
L’iniziativa dà l’opportunità ai musei e ai loro visitatori di riflettere su quelle testimonianze del nostro Patrimonio materiale e immateriale che per motivi politici, storici, ideologici, religiosi, etici o di identità sono state emarginate o addirittura escluse dall’esposizione museale e dal racconto al pubblico, divenendo così espressione di negazione e (auto)censura: il “non detto”, “l’indicibile” appunto.

Molti musei del Polo in tutta la Toscana il 20 e il 21 maggio, nei consueti orari e ai costi ordinari, e sabato sera con aperture straordinarie, presenteranno un articolato programma di incontri, presentazioni, spettacoli e concerti per raccontare “l’indicibile” di opere e particolari delle collezioni e dei luoghi attraverso storia, segreti e leggende. Le iniziative del sabato mattina dedicheranno particolare attenzione alle famiglie e ai bambini.

Sabato 20 maggio, a Firenze mentre i più piccoli si avventurano nel percorso “La morte nel mondo antico: rituali, paure e speranze” della sezione egizia del Museo Archeologico di Firenze, seconda per importanza in Italia dopo Torino, gli adulti potranno seguire l’itinerario tra i reperti del mondo greco-romano “Eros: il sesso nel mondo greco, dal piacere carnale alle iniziazioni religiose” (replica serale e  domenica).  Nella Villa medicea di Cerreto Guidi i ragazzi saranno invitati a ricreare uno stemma ispirato al piatto mediceo del secolo XVI della collezione Bardini rubato, reintegrato, ritrovato ed eccezionalmente esposto nel pomeriggio e presentato nei dettagli in due conferenze per tutti sabato e domenica; al museo Archeologico di Arezzo in compagnia di un archeologo scopriranno dove sono finite le lunghissime zanne dell’elefante preistorico Elephas antiquus: al Museo Etrusco di Chiusi ripercorreranno la memoria del bombardamento attraverso il gioco delle “Memory Cards”.

Ad Arezzo e provincia: aperture straordinarie serali sabato 20 al museo Archeologico e alla Basilica di San Francesco con visite guidate alla mostra "Il Grand Tour e le origini del 3D “ e agli Affreschi di Piero della Francesca in Cappella Bacci, al Museo Nazionale d'Arte Medievale e Moderna il libro di Mino Gabriele “Il primo giorno del mondo” racconta la singolare vicenda di “Una medaglia magica: l'amuleto di Raffaello Aquilino” custodita nel museo. Laboratori e incontri anche al Museo di Casa Vasari e a Palazzo Taglieschi ad Anghiari.

A Firenze e provincia: aperture straordinarie serali sabato 20 all’Archeologico con la replica dei   due percorsi per bambini e adulti “La morte nel mondo antico: rituali, paure e speranze” e “Eros: il sesso nel mondo greco, dal piacere carnale alle iniziazioni religiose”; al Museo di San Marco con il concerto dei Flauti in quartetto del Conservatorio Cherubini; al Cenacolo di Andrea del Sarto visite guidate ogni ora a L'arte "violata": i marmi di Benedetto da Rovezzano per il monumento sepolcrale di San Giovanni Gualberto. La Villa medicea della Petraia racconta le trasformazioni dell’edificio e delle opere d’arte esposte, a Cerreto Guidi si replica in serale la presentazione del piatto mediceo del secolo XVI. Anche la Villa Corsini a Castello, dove è esposta la collezione statuaria in marmo e in pietra del museo archeologico, nel pomeriggio dalle 15 svela alcuni dei suoi segreti, dai falli dionisiaci alle testimonianze lasciate dai rifugiati di guerra….e forse anche dai fantasmi.

Grosseto provincia: aperture straordinaria serale sabato 20 al Museo Archeologico Nazionale e Antica Città di Cosa ad Ansedonia con visite guidate e approfondimento sulla storia del “Portus Cosanus” e il rapporto con la città romana tra  paesaggio antico e moderno.

Lucca: aperture straordinarie serali sabato 20 anche nei Musei nazionali di villa Guinigi e Palazzo Mansi e durante il giorno visite guidate tra storia e leggenda seguendo le biografie di  Paolo Guinigi protagonista del ‘400 lucchese e la controversa vicenda della chiacchieratissima Lucida Mansi.

Pisa: aperture straordinarie serali sabato 20 per i due Musei nazionali: a Palazzo Reale visita guidata alle opere d'arte provenienti dalle collezioni Medici, Lorena e Savoia e alla sezione dedicata a Italo Griselli, eclettico artista del Novecento; al San Matteo Lorenzo Carletti e Cristiano Giometti autori del libro “ Le due facce della Croce” presentano  la  complessa e  avvincente  storia della Croce attribuita a Giunta Pisano e del suo donatore.

Pistoia e provincia: aperture straordinarie serali sabato 20 per l’Ex Chiesa del Tau e per il Museo di Casa Giusti a Monsummano dove alle 17 è in programma una conferenza sui versi satirici di Giuseppe Giusti sui ‘tre papi’ Gregorio XVI, Pio IX, papa Pero.

Prato provincia: aperture straordinarie serali sabato 20 alla Villa medicea di Poggio a Caiano l’ensemble L'Ottava Nota esegue musiche di Corelli, Vivaldi, J.S. Bach, Boismortier, Gluck e Mozart. Dalle 18  i ragazzi del Liceo Classico Europeo - Convitto Cicognini di Prato, del progetto alternanza scuola/lavoro, accoglieranno i visitatori insieme al personale del museo

Siena e provincia: aperture straordinarie serali sabato 20 alla Pinacoteca nazionale e nel pomeriggio “Quel pasticciaccio brutto della Badia Ardenga. Un caso ottocentesco di mancata tutela del patrimonio culturale”, Raffele Argenziano. Domenica 21  concerto del Sestetto Amaranto in “Souvenir de Florence” Op.70 di Pëtr Il'ič Ciajkovskij. Al Museo archeologico di Chiusi la viva voce delle testimonianze e la documentazione archivistica ricostruiranno le giornate di guerra, i bombardamenti e la “Battaglia di Chiusi” con letture a più voci e proiezione del video “War News” a cura dell’Istituto Storico della Resistenza senese.

Il programma della Festa dei musei e le aperture straordinarie serali di sabato 20 maggio 2017

ANGHIARI (AR)
Museo delle Arti e Tradizioni popolari dell'Alta Valtiberina (Palazzo Taglieschi)  
DOMENICA 21 MAGGIO
15.00- 19.00 Bigliettazione ordinaria. Laboratorio di scrittura autobiografica. Il visitatore potrà raccontare "in diretta" attraverso la scrittura il proprio “indicibile” scaturito dall'incontro emozionale con il museo e le opere d'arte in esso custodite. Visite accompagnate al Museo nel corso del pomeriggio. In collaborazione con Libera Università dell’Autobiografia di Anghiari.
Ingresso:

AREZZO

Basilica di San Francesco
e spazi espositivi del Sottochiesa  
SABATO 20 MAGGIO 18.00 – 21.00
19.30 – 20.30 Apertura straordinaria, ingresso 1 euro. Visite guidate agli Affreschi di Piero della Francesca in Cappella Bacci. Prenotazione obbligatoria: 0575-352727
18.00- 21.00 Apertura straordinaria, ingresso 3 euro Visite guidate alla mostra "Il Grand Tour e le origini del 3D". In collaborazione con MOSAICO – MUNUS Art & Culture e Liceo Musicale “F. Petrarca”

Museo Archeologico Nazionale G. C. Mecenate  
SABATO 20 MAGGIO
10 – 12 Bigliettazione ordinaria e ingresso gratuito per i bambini. Storie di…Preistoria! Laboratorio didattico per famiglie. Come si è formata la sezione preistorica? Dove sono finite le lunghissime zanne di Elephas antiquus che un tempo attiravano studiosi da tutta Europa? Che cosa possono ancora svelarci i reperti conservati nel Museo? Anche la Preistoria ha le sue storie: famiglie e archeologo potranno scoprirle insieme! Prenotazione obbligatoria: 366-5833033.  In collaborazione con la Sezione Didattica della Fraternita dei Laici
19.30-22.30 Apertura straordinaria, ingresso 1 euro con visita guidata straordinaria in notturna alla sezione archeologica  "Il fascino dell'antico" della mostra “Il Grand Tour e le origini del 3D”, per sperimentare, attraverso reperti, racconti e foto storiche, il fascino esercitato nell’Ottocento e nei primi del Novecento sui viaggiatori stranieri dalle antichità di Arezzo e dell’area vesuviana. 
In collaborazione con MOSAICO – MUNUS Art & Culture e Liceo Musicale “F. Petrarca”
Info: 0575-352727 e 0575-20882

DOMENICA 21 MAGGIO
16-19 Ingresso libero. Insieme per l’Anfiteatro. Visite accompagnate all’area archeologica dell’anfiteatro In collaborazione con i volontari del Gruppo Archeologico “Giano”.
Gli ingressi di Via Crispi e di Via Margaritone saranno eccezionalmente aperti in contemporanea grazie al  supporto dei volontari. Cittadini e turisti potranno accedere liberamente all’area archeologica e scoprire alcuni aspetti della sua storia antica e recente. Info: 0575-20882

Museo Nazionale d'Arte Medievale e Moderna
SABATO 20 MAGGIO
17.00 Ingresso libero. Presentazione del libro “Il primo giorno del mondo” di Mino Gabriele, professore di Iconografia e iconologia e di Scienza e filologia delle immagini presso l'Università di Udine, autore di numerose pubblicazioni sulla tradizione alchemica e simbolica. Interventi del prof. Andrea Barlucchi e del prof. Giuseppe Parigino del Polo aretino dell'Università degli Studi di Siena. Uno dei quattro saggi del volume, edito da Adelphi, “Una medaglia magica: l'amuleto di Raffaello Aquilino” racconta la singolare vicenda dell’amuleto giudaico-cristiano del XVI secolo custodito nel Museo. In pochi centimetri Aquilino concentra parole dell’Antico e Nuovo Testamento creando così una medaglia/amuleto d’uso personale che poteva essere portata al collo; i soldati, convinti che proteggesse dalle ferite d’arma da fuoco a volte la disegnavano e, addirittura, ingoiavano la carta che ne riportava il disegno.

Museo di Casa Vasari
SABATO 20 MAGGIO
14.30-18.30 Bigliettazione ordinaria. Visite guidate al Museo, focalizzate sul tema del “non detto” attraverso una lettura delle rappresentazioni simboliche e allegoriche presenti nelle sale affrescate e nella quadreria.
In collaborazione con MOSAICO – MUNUS Art & Culture 

CERRETO GUIDI (FI)

Villa Medicea di Cerreto Guidi e Museo storico della Caccia e del territorio
SABATO 20 MAGGIO
Ingresso libero. L'arte ritrovata. Il piatto con l'arme medicea della collezione Bardini rubato, reintegrato, ritrovato  ed esposto.
10-11 Attività didattica con bambini: Crea il tuo stemma in un piatto
12.00 Conferenza del dott. Marino Marini “Il piatto con l'arme medicea della collezione Bardini rubato, reintegrato, ritrovato  ed esposto”
16.00 Conferenza arch. Giorgio Galletti “Le cacce nei giardini medicei”. In collaborazione con l’Associazione Amici della Villa e il Comune di Cerreto Guidi per l’iniziativa “I  giardini aperti”
18 – 21 Apertura straordinaria Ingresso libero
18  Presentazione del piatto mediceo del secolo XVI  a cura della direttrice della villa Cristina Gnoni

DOMENICA 21 MAGGIO
10 -18 Ingresso libero. L'arte ritrovata - Il piatto con l'arme medicea della collezione Bardini rubato, reintegrato, ritrovato  ed esposto. Ingresso libero

CHIUSI (SI)
Museo Nazionale Etrusco di Chiusi. Necropoli di Poggio Renzo e Tomba del Colle  
SABATO 20 MAGGIO
9.30-13.30 Bigliettazione ordinaria. Laboratorio didattico PER RAGAZZI. Memory Cards: la memoria del bombardamento del Museo attraverso un gioco. 
21.00-23.00 Apertura straordinaria, ingresso 1 euro. Prenotazione gradita  0578 20177
Percorso guidato attraverso la documentazione archivistica e la viva voce delle testimonianze della “Battaglia di Chiusi” a cura di Roberto Sanchini. Letture a più voci a cura del Gruppo Archeologico Città di Chiusi Proiezione del video “War News” a cura dell’Istituto Storico della Resistenza senese.
Tra il 16 e il 26 giugno 1944 una violenta battaglia vide le forze alleate opporsi a quelle tedesche, insediate nella città a difesa di una linea intermedia Tosco-umbra, trasversale alla Penisola. La “Battaglia di Chiusi”, oltre a danneggiare pesantemente la città, provocò disastri anche all’edificio del Museo Nazionale Etrusco di Chiusi e alle sue collezioni. Molti materiali andarono in frantumi con il crollo del tetto e del lucernario del museo e, recuperati tra le macerie, furono sistemati temporaneamente in grandi casse insieme ai detriti raccolti nel momento concitato del recupero di quanto si poteva salvare. Le testimonianze e la documentazione archivistica restituiranno un quadro vivido e incisivo dei fatti e della loro interpretazione. Sarà inoltre sottolineato il lavoro lungo e meticoloso effettuato per salvare dalle macerie e ricostruire l’edificio evidenziando tecniche di restauro e pronto intervento da mettere in atto in caso di eventi bellici o terrorismo.

DOMENICA 21 MAGGIO
11,00-13,00 Bigliettazione ordinaria. Prenotazione gradita  0578 20177. Visita guidata ai materiali bombardati e al laboratorio di Restauro, a cura dei Restauratori del Museo e del Gruppo Archeologico Città di Chiusi: riflessioni sulle tecniche di restauro e pronto intervento in caso di eventi bellici e terrorismo. Proiezione del video “War News” a cura dell’Istituto Storico della Resistenza senese.

FIRENZE

Museo di San Marco  
SABATO 20 MAGGIO
20 – 23 Apertura straordinaria, ingresso 1 euro.
21 Concerto di musica classica del Conservatorio di Musica "Luigi Cherubini" di Firenze

Flauti in quartetto

Antonin  Reicha  (1770-1836)
Quartetto  in Re magg. op. 12   ‘’ Sinfonico ”  per 4 Flauti 
Niccolo’ Landi, Agata Smeralda Petrognani, Cristina Pastore, Angela Lorubbio 

Johann Sebastian Bach (1685-1750)             
Partita  in la min. BWV 1013 per flauto solo 
Allemanda -Bourrée anglaise
Niccolo’ Landi

Carl Philipp Emanuel Bach  (1714-1788)
Sonata in la min. per flauto solo  H.562-Wq.132
Adagio-Allegro                
Agata Smeralda Petrognani

Arthur Honegger  (1892-1955)
Dance de la Chèvre  H 39 per flauto solo                                    
Agata Smeralda Petrognani  
Classe di flauto prof. Giuseppe Contaldo

MAF - Museo Archeologico Nazionale 
SABATO 20 MAGGIO
9.00 – 13.00 Bigliettazione ordinaria. “La morte nel mondo antico: rituali, paure e speranze” Visite guidate per bambini e ragazzi ai reperti dell’antico Egitto legati al tema della morte, della  mummificazione e del viaggio nell’aldilà come le mummie di piccoli coccodrilli, gli scarabei del cuore e il racconto del rituale della pesatura delle anime.
9.00 – 13.00 Visite guidate per adulti: “Eros: il sesso nel mondo greco, dal piacere carnale alle iniziazioni religiose” con illustrazione di reperti del mondo greco-romano che documentano usi e costumi erotici dei Greci, i loro miti sul sesso e aspetti “scabrosi” della loro religione.
19.00 - 22.00 Apertura straordinaria, ingresso 1 euro. Visite guidate per bambini e ragazzi: “La morte nel mondo antico: rituali, paure e speranze” ai reperti dell’antico Egitto legati al viaggio nell’aldilà come le mummie di piccoli coccodrilli, gli scarabei del cuore e il racconto del rituale della pesatura delle anime.
Visite guidate per adulti: “Eros: il sesso nel mondo greco, dal piacere carnale alle iniziazioni religiose” con illustrazione di reperti del mondo greco-romano che documentano usi e costumi erotici dei Greci, i loro miti sul sesso e aspetti “scabrosi” della loro religione.

DOMENICA 21 MAGGIO
9.00 – 13.00 Bigliettazione ordinaria. Percorso per bambini e ragazzi: “La morte nel mondo antico: rituali, paure e speranze”
9.00 – 13.00 Bigliettazione ordinaria. Visite guidate per adulti: “Eros: il sesso nel mondo greco, dal piacere carnale alle iniziazioni religiose” con illustrazione di reperti del mondo greco-romano, che documentano usi e costumi erotici dei Greci, i loro miti sul sesso e aspetti “scabrosi” della loro religione.

Cenacolo di Andrea del Sarto  
SABATO 20 MAGGIO
20.00 – 23.00 Apertura straordinaria. Ingresso libero
L'arte "violata": i marmi di Benedetto da Rovezzano per il monumento sepolcrale di San Giovanni Gualberto. Visite guidate ogni ora.

Villa medicea della Petraia
SABATO 20 MAGGIO
19.00 - 22.00 Apertura straordinaria. Ingresso libero. Racconto della complessa e stratificata dimensione storica della Villa che intende mettere in luce e dare risalto alle trasformazioni e ai cambiamenti di significato subiti nel tempo dalle opere d’arte in essa conservate ed esposte

Villa Corsini a Castello
SABATO 20 MAGGIO
14.00 – 18.00 Ingresso libero. “Segreti scomodi o indicibili di Villa Corsini”. Visite guidate ore 14.00, 15.00, 16.00 e 17.00 con illustrazione degli ambienti della villa e racconto di alcuni suoi segreti, dai falli dionisiaci alle testimonianze lasciate dai rifugiati di guerra….e forse anche dai fantasmi?

LUCCA

Museo Nazionale di Villa Guinigi   
SABATO 20 MAGGIO
10.00 e 11.30 Bigliettazione ordinaria. “Paolo Guinigi e la memoria negata” Due visite guidate che ricostruiscono la reale identità storica della figura di questo importante personaggio del ‘400 lucchese. Prenotazione consigliata 0583/ 496033.
19.30 - 22.30 Apertura straordinaria, ingresso 1 euro

Museo nazionale di Palazzo Mansi 
                       
SABATO 20 MAGGIO
16.30 Bigliettazione ordinaria. “La controversa vicenda di Lucida Mansi (1606-1649): dalle pagine di storia a quelle della leggenda”. La visita guidata, a cura di Patrizia Giusti, farà luce sulla vita di Lucida Mansi raccontata nei documenti “ufficiali” e su una serie di notizie, segreti e maldicenze che presero consistenza dopo la sua morte. A seguire una performance artistica tra le sale del museo. Ingresso: Bigliettazione ordinaria
19.30 - 22.30 Apertura straordinaria, ingresso 1 euro

MONSUMMANO TERME (PT)
Museo nazionale di Casa Giusti
SABATO 20 MAGGIO
17. 00 “I tre papi di Giuseppe Giusti. Gregorio XVI, Pio IX, Papa Pero” una conferenza a cura di Amedeo Bartolini in collaborazione con  l’Associazione degli Amici di Casa Giusti. Nei suoi versi satirici il Giusti, mirando a ”fare l'Italia” e a “fare gli Italiani”, ha scritto non solo satire politiche e di costume, ma anche di contenuto religioso-ecclesiale. Cattolico credente di orientamenti liberali, auspica una Chiesa povera, lontana dal potere politico, non ostile alla libertà di pensiero e ai moderni diritti dell'uomo, e irride i due pontefici con cui ha convissuto nella sua maturità: prima Gregorio XVI, poi Pio IX. Al primo dedica i versi de L'Incoronazione, al secondo due sonetti. Ma è nella satira, Il Papato di prete Pero, che rappresenta il suo sogno di un pontefice innovativo, capace di fare la riforma della Chiesa e di restituire al popolo lo Stato del Vaticano, suscitando così l'avversione dei potenti della politica italiana ed europea.
19.00 - 22.00 Apertura straordinaria, ingresso libero.

ORBETELLO (GR) Loc. Ansedonia
Museo Archeologico Nazionale e Antica Città di Cosa  
SABATO 20 MAGGIO
18.30 – 21.30 Apertura straordinaria, ingresso 1 euro. “Portus Cosanus”: visite guidate al museo e nell’area sul tema del rapporto tra la città romana e il suo porto, paesaggio antico e moderno.

PISA

Museo Nazionale di Palazzo Reale
SABATO 20 MAGGIO
19.30 – 22.00 Apertura straordinaria, ingresso 1 euro
20.00 Visita guidata alle pregevoli collezioni di opere d'arte presenti nel Museo. L’allestimento del Museo mira a ricreare lo scenario della quotidianità e della rappresentatività sovrana, anche attraverso gli arredi d’epoca che fanno da cornice alle opere d’arte provenienti dalle collezioni Medici, Lorena e Savoia e da varie donazioni private. Il patrimonio culturale permette di cogliere le caratteristiche della produzione artistica laica, dalla fine del Cinquecento al Novecento, realizzata o collezionata per Pisa dalle famiglie regnanti e dai suoi cittadini. Tra le opere di spicco, anche quelle realizzate da Italo Griselli,  artista  eclettico  attivo nella prima  metà  del Novecento la  cui  collezione  di opere, dopo una lungo contenzioso, viene depositato negli anni ‘60, dall’Accademia  dell’Ussero, al Museo  di San Matteo e, in seguito, esposto  nelle sale  di Palazzo Reale.

Museo Nazionale di San Matteo
SABATO 20 MAGGIO
19.30 – 22.00 Apertura straordinaria, ingresso 1 euro
21.15 Lorenzo Carletti e Cristiano Giometti autori del libro “ Le due facce della Croce” presentano  la  complessa e  avvincente  storia della Croce attribuita a Giunta Pisano e  del  suo donatore. La  Croce,  dipinta  su entrambe  le facce, proviene originariamente dal Monastero delle Vallombrosane. Nel 1940 entra a far parte della collezione  di opere del   Museo  civico  di Pisa a  seguito  della  donazione da parte di  Sigismondo Jonasson,  un industriale ebreo alle prese con autarchia e persecuzioni razziali. L’opera è oggetto  di un delicato restauro  nel  1949  che porta in luce  anche la faccia  anteriore che  si presentava completamente ridipinta.

PISTOIA

ex Chiesa del Tau 
SABATO 20 MAGGIO
21.00 – 24.00 Apertura straordinaria, ingresso libero


POGGIO A CAIANO (PO)
Villa Medicea di Poggio a Caiano e Museo della Natura Morta
SABATO 20 MAGGIO Apertura straordinaria, ingresso libero
19.00 - 21.45 Aperto il primo piano della Villa dove i  ragazzi del Liceo Classico Europeo - Convitto Cicognini di Prato, in alternanza scuola/lavoro, accoglieranno i visitatori insieme al personale del museo.
20.00  Nel Salone di Leone X un
ensemble di flauti, composto da professori e allievi della Scuola di musica L'Ottava Nota di Poggio a Caiano, eseguirà un concerto di musiche settecentesche di Corelli, Vivaldi, J.S. Bach, Boismortier, Gluck e Mozart.

SIENA

Pinacoteca Nazionale 
SABATO 20 MAGGIO
18.00 Bigliettazione ordinaria. “Quel pasticciaccio brutto della Badia Ardenga. Un caso ottocentesco di mancata tutela del patrimonio culturale”, Raffele Argenziano, dell’Università di Siena, ripercorre la  vicenda legata all'illecita vendita, nel 1841, del dipinto da cui provengono i pannelli tradizionalmente attribuiti a Guido da Siena e Dietisalvi di Speme e dispersi in vari musei, tra cui anche la Pinacoteca.
19.15 - 21.45  Apertura straordinaria, ingresso 1 euro

DOMENICA 21 MAGGIO
11.00 Bigliettazione ordinaria. Concerto del Sestetto Amaranto composto da Neri Nencini e Virginia Capozzi ai violini, Matteo Tripodi e Giulia Guerrini alle  viole e Georgia Morse e Maddalena Burbassi ai violoncelli. Sestetto per archi in re minore “Souvenir de Florence” Op.70 di Pëtr Il'ič Ciajkovskij.