Firenze - Galleria e Museo Mozzi Bardini. "Passeggiate Bardini", visite guidate, conferenze, living history, per il centenario dalla morte del 'principe degli antiquari'

08/09/2022

Firenze - Galleria e Museo Mozzi Bardini.

Centenario Bardini

Il 12 settembre 1922 moriva Stefano Bardini (1836-1922), raffinato e acuto collezionista e mercante d’arte. A cento anni esatti dalla scomparsa del “principe degli antiquari” il Comune di Firenze – Ufficio Patrimonio Mondiale e MUS.E, continuano con la proposta di appuntamenti in sua memoria realizzati grazie al supporto di Aquila Energie che, nel mese di settembre, diventa ancora più ricca, spaziando dalle passeggiate nei luoghi dell’antiquario alle visite guidate al Museo Bardini, dagli incontri di living history ad un ciclo di conferenze.

Dal 3 settembre ripartono infatti le Passeggiate Bardini che, in virtù dell’intesa fra Comune di Firenze, Galleria e Museo Mozzi Bardini - Direzione Regionale Musei della Toscana e Fondazione CR Firenze e con la collaborazione di MUS.E, consentono di conoscere le meraviglie dei luoghi posseduti e abitati dall’antiquario, scrigni di capolavori dell’arte e della natura.

I percorsi partono dallo storico Giardino Bardini, ritmato dal “bosco all’inglese”, dalla “scalinata barocca”, dal “parco agricolo” e dall’incredibile belvedere sulla città di Firenze, dove lo stesso Bardini amava intrattenere i suoi clienti internazionali, proseguono con una sosta a Palazzo Mozzi Bardini, edificio di origine medievale trasformato dall’antiquario in straordinaria officina artistica, laboratorio di restauro, di deposito e di esposizione delle sue opere, oggi sito di proprietà dello Stato e sede di istituti del Ministero della Cultura, eccezionalmente aperto al pubblico, e si concludono con la visita del Museo Stefano Bardini, museo civico a lui dedicato, un tempo suo raffinatissimo negozio, donato dall’antiquario alla città di Firenze nel suo testamento e oggi straordinario scrigno di capolavori di ogni genere: fra queste la  Carità di Tino da Camaino, la Madonna dei Cordai di Donatello, San Michele Arcangelo sconfigge il drago dei Pollaiuolo o l'Atlante del Guercino.

Le passeggiate, condotte dai mediatori MUS.E, ripercorrono le tappe principali dell’ascesa di Bardini per far rivivere l’incanto del suo sogno antiquario nell’intreccio fra arte, natura e paesaggio e sono in programma per
tutto il mese di settembre ogni sabato alle 10 e alle 11 ed eccezionalmente domenica 25 alle 11, in occasione della Biennale Internazionale dell’Antiquariato e in concomitanza con le Giornate Europee del Patrimonio (proseguiranno poi nel mese di ottobre tutti i sabati e le domeniche 9, 16, 23, 30). 

  • 3-10-17-24 settembre h10 e h11
  • 1-8-15-22-29 ottobre h10 e h11
  • 5-9-12-16-19-23-26-30 novembre h10 e h11

    Si consiglia di indossare scarpe comode e di portare con sé dell’acqua.

Inoltre, in aggiunta alle visite guidate al Museo Stefano Bardini, che come di consueto si svolgono ogni lunedì, venerdì e sabato alle 14 e alle 15.30, nel pomeriggio di sabato 10 settembre, alle 14 e alle 15.30, è invece prevista una speciale visita focus al Museo dal titolo Bardini, pittore e mercante. Al secondo piano del museo, l’ultima sala è allestita come una vera e propria galleria di dipinti. L’antiquario, che in gioventù era stato pittore, fu anche abile restauratore, oltre che esperto nel distacco di affreschi. Delle moltissime opere pittoriche passate attraverso le sue mani, rimangono in museo alcuni esemplari di notevole interesse: dai delicati affreschi delle Storie di Aurora di Giovanni da San Giovanni ai violenti contrasti dell’Apollo scortica Marsia di Luca Giordano, dal monumentale Crocifisso attribuito a Bernardo Daddi alle piccole e preziose nature morte di Cristoforo Munari. La visita consentirà al pubblico di scoprire piccoli e grandi capolavori e di calarsi nell’atmosfera del mercato dell’arte di fine Ottocento.

L’11 e il 25 settembre alle 17 e alle 18:30 (l’appuntamento dell’11 alle 17 è riservato a ciechi e ipovedenti) i visitatori saranno invitati a fare un viaggio indietro nel tempo ai primi anni del Regno d’Italia, nella Firenze incantata in cui nasceva il mito del Rinascimento, ad opera della più straordinaria generazione di antiquari che la città abbia mai conosciuto e di cui Stefano Bardini era l’arbitro indiscusso. L’appuntamento con l’attività di living history Incontro con la storia: a tu per tu con il Principe degli antiquari sviluppata in collaborazione con Francesco Gori, sarà l'occasione per ascoltare, dalla viva voce dell'antiquario, ragioni, vicende e curiosità inerenti il suo straordinario patrimonio artistico.

Inoltre il 19 e 22 settembre proseguono a Villa Bardini gli incontri (partecipazione gratuita, prenotazione obbligatoria; Non sono inclusi l’accesso al giardino e alla villa) del ciclo Il Mondo Bardini, promossi da Comune di Firenze e MUS.E, Direzione Regionale Musei della Toscana, Fondazione CR Firenze e Fondazione Parchi Monumentali Bardini e Peyron - con la collaborazione della Biennale Internazionale dell'Antiquariato di Firenze. Il 19 settembre alle 18.30 in programma l’incontro Il rapporto fra Stefano Bardini e Wilhelm Bode con la storica dell’arte Valerie Niemeyer Chini, il 22 settembre alla stessa ora L’evoluzione della fotografia nell’impresa Bardini con la storica dell’arte e ricercatrice statunitense Lynn Catterson.

Info e prenotazioni per gli appuntamenti in calendario:

Conferenze Il Mondo Bardini
La partecipazione agli incontri è gratuita. Non sono inclusi l'accesso al giardino e alla villa. Prenotazione obbligatoria.
Per informazioni e prenotazioni: info@musefirenze.it e 055-2768224
Le prenotazioni verranno accettate il mese precedente rispetto alla data dell’appuntamento desiderata.

 
Per le visite guidate ordinarie, il focus Bardini pittore e mercante e l’attività di living history, biglietti: €2,50 (residenti Città Metropolitana di Firenze) e €5,00 (non residenti Città Metropolitana di Firenze) oltre al biglietto di ingresso del museo. Gratuito per possessori Card del Fiorentino (nel limite delle tre attività annue), minori di 18 anni, membri ICOM, ICOMOS, ICCROM, guide turistiche e interpreti, disabili e accompagnatori. Riduzione 2x1 soci Unicoop Firenze. Si consiglia la prenotazione.
Per informazioni e prenotazioni: info@musefirenze.it 055-2768224

 Per le Passeggiate Bardini:

I percorsi guidati sono gratuiti; l’ingresso al Giardino Bardini e al Museo Bardini segue la regolare bigliettazione, come qui di seguito specificato.

Giardino Bardini: ingresso gratuito per i residenti della Città Metropolitana di Firenze, del Comune di Arezzo e provincia, del Comune di Grosseto e provincia, per i minori di 18 anni, portatori di handicap, giornalisti, insegnanti italiani, studenti delle facoltà di Architettura, Conservazione dei Beni Culturali, Accademia di Belle Arti, Scienze della Formazione e Lettere e Filosofia con indirizzo Archeologico o Storico Artistico; ridotto €2 per persone tra 18 e 24 anni, intero €10.

Museo Stefano Bardini: ingresso gratuito per i possessori della Card del Fiorentino, per i minori di 18 anni, disabili e accompagnatori, guide turistiche e interpreti, giornalisti, membri ICOM, ICOMOS e ICCROM; ridotto €5,50 per persone 18-25 anni e studenti universitari, intero €7. Riduzione 2x1 soci Unicoop Firenze. Posti limitati, prenotazione obbligatoria: info@musefirenze.it 055-2768224.