Cerreto Guidi (FI) - Villa medicea di Cerreto Guidi. Apertura straordinaria serale e visite guidate

30/08/2019

Cerreto Guidi (FI) - Villa medicea di Cerreto Guidi

Cerreto Guidi (FI) — Villa medicea di Cerreto Guidi e Museo storico della Caccia e del Territorio, esterno

Apertura straordinaria serale venerdì 30 agosto e domenica 1 settembre 2019, dalle 20 alle 23, con visite guidate gratuite a cura del personale,  nell'ambito del piano di valorizzazione del Polo museale della Toscana, delle celebrazioni del Cinquecentenario della nascita di Cosimo I Granduca di Toscana e in occasione del tradizionale Palio del Cerro e dei festeggiamenti per Santa Liberata patrona di Cerreto Guidi.

Una nuova occasione per cittadini e turisti per attraversare le sale della villa dichiarata dall’UNESCO patrimonio mondiale dell’Umanità nel 2013, commissionata da Cosimo I de’ Medici e costruita tra il 1564 e il 1567 sui resti del castello dei conti Guidi, in posizione dominante al centro del paese, simbolo  inequivocabile del potere dei Medici sul territorio. La collocazione strategica favoriva il controllo politico e amministrativo dell’area del Padule di Fucecchio ed era ottimale per le battute di caccia che la corte organizzava nei boschi circostanti.

I lavori furono affidati in un primo tempo a Davide Fortini e poi a Alfonso Parigi il Vecchio. Ciò che rende la villa unica e inconfondibile è la presenza delle quattro maestose rampe di scale simmetriche, denominate “ponti medicei”, uno scenografico basamento tradizionalmente attribuito a Bernardo Buontalenti, che svolge la funzione di supporto del terreno e innalzamento del piano prospettico.

La villa deve la sua fama anche alla tragica vicenda di Isabella dei Medici, la bella figlia di Cosimo I e di Eleonora da Toledo, secondo la leggenda strangolata da sicari inviati dal marito geloso, il duca Paolo Giordano Orsini. Studi recenti hanno fatto luce sulla vicenda, riscattando Isabella dall’accusa di infedeltà e rintracciando in un malore la causa della sua morte.

Dopo l’estinzione della famiglia dei Medici, passò ai Lorena e successivamente a proprietari privati. È tornata allo Stato nel 1969, divenendo museo nazionale aperto al pubblico dal 1978.

L’arredo della villa raccoglie un cospicuo numero di ritratti medicei, tra cui quelli di Isabella e di Cosimo I, nell’abito di incoronazione quale Granduca, arazzi di manifattura medicea e una selezione di opere dall’eredità dell’antiquario Stefano Bardini.

Dal 2002 la villa accoglie anche il Museo Storico della Caccia e del Territorio, comprendente curiose testimonianze iconografiche, un casino da caccia d’epoca lorenese e una raccolta di armi, principalmente da caccia e da tiro, dei secoli XVII-XIX.

Villa Medicea di Cerreto Guidi
Via dei Ponti Medicei 7, 50050 Cerreto Guidi (FI)
Tel. 0571 55707